7 ottobre, ore 18.30: presentazione (gratuita) del percorso

Venerdì 7 ottobre
alle ore 18.30

Centro Antonacci
via XXIV maggio, 73
Grottaferrata (RM)
tel. 347 80 27 113

Nei primi anni di vita di un bambino la mente ha potenzialità e velocità di sviluppo nettamente più rilevanti di quelle del corpo, che completerà la sua crescita in anni.

Sognano appena nati, riconoscono la mamma prima che i loro occhi siano in grado di vederne chiaramente la figura, sorridono al suono della voce molto prima di mettere i primi dentini, cominciano a comunicare prima di iniziare a camminare.

La mente quindi è un valido alleato per lo sviluppo del corpo fin dai primi anni di vita in una fusione che noi crediamo vada stimolata, così da permettere al bambino di crescere con un maggiore equilibrio e potenza, ma anche con una maggiore fiducia nelle proprie possibilità.

Per questo motivo stiamo organizzando un corso che vogliamo presentare a tutti i genitori dove vi racconteremo quali studi ed esperienze ci hanno convinto a progettare un percorso per i vostri bambini che li aiuti a trasformare le loro potenzialità in qualità psico-motorie.

Contattaci

Sei interessato a saperne di più?

Se desideri partecipare alla presentazione, non esitare a contattarci!
Contattaci

Approfondimenti

La prima infanzia (0 – 5 anni) rappresenta un periodo critico per la promozione di uno stile di vita sano e attivo, un momento di crescita rispetto al quale si hanno scarse conoscenze ed evidenze scientifiche. Ancora poca ricerca è stata effettuata riguardo l’impatto dell’attività fisica in termini di benessere e di salute, circa la quantità di attività fisica sufficiente e necessaria per un sano sviluppo in età evolutiva precoce. Erroneamente, la nostra società tende a considerare nei primi anni di vita i bambini siano sufficientemente e abitualmente attivi e quindi in buona salute. Ciò ha comportato che per lungo tempo, questa fascia di età sia stata esclusa della definizione di linee guida pubbliche in materia di attività fisica.

La promozione dell’attività fisica nei bambini è una priorità per la sanità pubblica e la scuola è stata riconosciuta come setting privilegiato per promuovere iniziative finalizzate a tale obiettivo, tenendo conto che, accanto all’ambiente domestico, è il luogo dove i bambini passano la maggior parte del tempo.

Obiettivi

Gli obiettivi del progetto sono:

  • Migliorare le abilità motorie dei bambini
  • Testare l’applicabilità della batteria PREFIT sul campo
  • Diffondere le linee guida per l’attività fisica e il comportamento sedentario in età evolutiva presso gli insegnanti e le famiglie.

… e saranno valutate le seguenti dimensioni:

  • Riproducibilità della Batteria PREFIT
  • Associazione tra performance motorie e caratteristiche dei bambini (es. stato di normopeso – sovrappeso, pratica di attività fisica organizzata)
  • Variazione longitudinale della performance, cioè eventuale differenza tra valori baseline e valori alla fine dell’intervento (pretest e posttest)
  • Impatto sul lavoro scolastico globale.

Metodi

Sarà utilizzata la Batteria PREFIT [Ortega et al, 2015] che si compone dei seguenti test:

  • Lo shuttle run per 20 m, per valutare la fitness cardiorespiratoria
  • La forza di presa manuale e il salto in lungo da fermo per valutare la fitness muscolo-scheletrica
  • Lo shuttle run per 4 – 9 – 10 m per valutare l’agilità e la velocità
  • La posizione ferma su una gamba per l’equilibrio.

Il programma di Educazione Motoria prevede esercizi e attività per stimolare:

  • Capacità di equilibrio
  • Capacità cardiovascolare
  • Capacità muscolare forza e flessibilità
  • Capacità di velocità / agilità